World Software Quality Report: questo non è un paese per tecnici!

Webinar “FOCUS & POSITIONING”

Giovedì 27/02/2020 ore 14.00

Stavolta un webinar chiaramente dedicato a un argomento non tecnico: con il rischio che venga bollato come “noioso” e poco eccitante per un programmatore/sviluppatore, in realtà l’argomento è estremamente spinoso e riguarda tutti quanti, più da vicino di quanto tu possa immaginare.

In molti si chiedono in che cosa investono le aziende per garantire la qualità dei loro prodotti. Alcuni spunti di riflessione arrivano dal recente World Quality Report 2019, una finestra sul mondo del Quality Assurance (QA) e Test. Il report misura l’importanza delle attività di QA e Test per circa 1.700 CIO e altri professionisti senior di 32 paesi, su 8 aree di applicazione.

Un report sempre molto attuale ed efficace nel descrivere quelli che sono i trend, le esigenze e le sfide del mondo dello Sviluppo Software di Qualità. Su una cosa in particolare poi mi trovo totalmente d’accordo… sul fatto che l’IT non debba assolutamente essere solo nella ricerca della Qualità ma debba essere accompagnato da altre figure aziendali, in una visione aziendale olistica.

La novità è che la Qualità tende a non essere più un’attività isolata dello Sviluppo Software, ma assume contorni sempre più sfumati e pervade tutti i processi aziendali di sviluppo del prodotto. Il report tenta inoltre di tracciare gli investimenti in Quality Assurance e Test ma trova difficoltà in questo compito a causa del nuovo carattere pervasivo della Qualità. Però… questo secondo me è il grosso limite dello studio: quel coraggio in più nell’analizzare la situazione da vari punti di vista non convenzionali.

Infatti, quali sono le soluzioni proposte?

Soluzioni tecniche… sempre e solo tecniche… AI, reti neurali, security, automazione…

Ecco, il rischio è sempre il solito, quello tipico di tutti noi tecnici cioè quello di

fare i nerd e continuare ad avvitarci su noi stessi, in maniera ricorsiva, senza guardarsi intorno e soprattutto senza uscire dalle mura dell’IT e del Software

cercando di capire cosa fanno le aziende di successo nel mondo e soprattutto in altri settori.

Molto spesso i problemi che si trova ad affrontare un reparto R&D di un’azienda sono semplicemente irrisolvibili perché fallaci fin dalla base… perché manca totalmente una cultura aziendale adeguata, o perché la stessa azienda ha un posizionamento sul mercato totalmente sbagliato, perché opera in un settore e in una categoria già affollati o ancora peggio che non interessano a nessuno.

E questo perché noi esperti di sviluppo software e attività affini non abbiamo il coraggio di dialogare con (o di assumere!) altre figure aziendali considerate del tutto estranee e “sporche” rispetto al puro mondo dei bit.

Non parliamo con gli esperti di marketing e non ci mettiamo a studiare con loro delle soluzioni efficaci per risolvere i problemi dei clienti PRIMA di creare una nuova soluzione che magari non serve a nessuno, invece che proporre prodotti che non risolvono nessuna esigenza e alla fine, anche se tecnicamente perfetti e bug-free, non si venderanno (vedi SONY BetaMax, IBM OS/2, ecc…)

Così come noi manager di R&D Software o IT non dialoghiamo con le controparti aziendali economiche e finanziarie… non abbiamo idea dei costi, di parametri come il T.C.O. (Total Cost of Ownership) di un progetto, per cui continuiamo a selezionare fornitori che ci costeranno troppo in futuro come supporto, clienti che non portano nessun margine anzi ci danno problemi di cashflow e così via, perché l’economia e il marketing vengono considerati una materia noiosa e inutile.

Noi tecnici, sviluppatori, manager, CIO dobbiamo rimetterci a studiare o almeno ad apprendere i concetti basilari di marketing, di posizionamento, di focus, di economia, di R.O.I. (Ritorno dall’Investimento), di T.C.O… solo così si può pensare di costruire un’azienda, un brand o anche solo un progetto che possa stare in piedi, al di là dei meravigliosi tecnicismi che si usano per tenere insieme un novello moderno Frankenstein tecnologico, che però non serve a nessuno e ci si rivolta contro.

In questo webinar troverai finalmente le risposte a queste domande:

  • Quali sono i ragionamenti da fare possibilmente PRIMA di entrare sul mercato?
  • Come mi devo comportare rispetto alla mia concorrenza, diretta e indiretta?
  • Meglio concentrarsi su pochi prodotti e servizi, o trovare il modo di accontentare tutti?
  • Come posso estendere la varietà di prodotti che vendo o realizzo, senza danneggiare me stesso?

Le tematiche che verranno affrontate infatti non sono di stampo esclusivamente tecnico ma sono divise in tre macro-aree:

MARKETING-FIRST

Le 3 ere delle aziende di produzione software e l’impatto con il mondo tecnico e dei Requisiti

POSITIONINING

Analizzare il mercato, la concorrenza e posizionarsi nella testa del cliente

FOCUS

Concentrare tutta la potenza di fuoco del tuo marketing su pochi (ma buoni) servizi e prodotti, in modo da massimizzare il ritorno economico e il successo aziendali

Anche se sei un tecnico, dammi retta: iscriviti senza indugio a questo webinar e se fai parte del livello M.E.D.S. DAL-B potrai farmi anche delle domande durante lo stesso.

Per registrarti a questo webinar:

Webinar “FOCUS & POSITIONING per aziende Software

Giovedì 27/02/2020 ore 14:00

Massimo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La tua azienda sta producendo pessimo software, bruciando prezioso budget in una spirale che presto ti manderà gambe all’aria. Te ne sei già accorto? E cosa stai facendo per evitarlo?
Tech Nerd theme designed by Siteturner